Maria Amata Garito



Saggi e Pubblicazioni

In quest'area è possibile consultare i saggi della Professoressa Garito, frutto di interventi a conferenze internazionali e pubblicazioni di testi ed articoli. Dove indicato esplicitamente sono riportati i saggi frutto di collaborazioni della Professoressa Garito con altre personalità del mondo accdemico ed istituzionale.

[in Atti della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, vol. LXXVII pag. 637-648,]

"Le Tecnologie Educative per la Formazione Permanente dei Ginecologi" (Versione italiana)

AutoreM. A. Garito  Luogo/DataRoma, 09/06/2005

Torna indietro Articolo in formato PDF >>

Abstract

Tecnologie e Bisogni Formativi

Le nuove tecnologie stanno causando una vera rivoluzione culturale e stanno modificando sostanzialmente non solo i sistemi di comunicazione del sapere ma anche i bisogni e i modelli di formazione e riqualificazione professionale.

Nell’attuale società cognitiva, le trasformazioni dei processi sociali, economici, tecnologici e culturali richiedono un continuo e costante sviluppo di capacità, di conoscenze ed esperienze.

La formazione non può più essere definita come un processo di trasmissione del sapere dalle generazioni adulte a quelle più giovani e non ancora mature, né come un momento di preparazione alla vita lavorativa, perché in nessun settore professionale è possibile acquisire una professionalità valida per tutto l’arco della vita. Quasi tutte le professioni tradizionali devono adeguare le loro competenze alle nuove conoscenze settoriali specifiche, non solo sviluppano più rapidamente rispetto al passato, grazie anche alle attività di ricerche e ai sistemi di trasferimento delle innovazioni, ma devono anche acquisire le competenze che oggi sono richieste a tutti coloro che entrano nell’attuale mondo del lavoro caratterizzato dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

In questo contesto, si deve inquadrare anche la formazione permanente del ginecologo che deve essere rivolta non solo a sviluppare cognizioni teoriche, capacità pratiche settoriali specifiche e abilità per utilizzare le nuove tecnologie applicate al settore ginecologico, ma anche competenze che gli permettano di gestire le informazioni rese disponibili dalla rete globale di Internet, di trasformarle in conoscenza e di mobilitarle per agire nei nuovi contesti professionali condizionati dalle tecnologie della comunicazione.